Precisazione

Un evento BDSM è un incontro tra adulti consenzienti e animati dal desiderio di conoscersi in un ambiente sano e aperto. Perché questo sia possibile è però necessario stabilire delle regole a tutela della sicurezza, dell’intimità personale e anche della vita al di fuori dell’evento stesso.
Le regole, qui di seguito riportate, sono valide per ogni singolo evento de “La ReginaNera”.
Non sono sindacabili e hanno la precedenza su qualunque regola stabilità privatamente tra due o più partecipanti.
Ci riserviamo la facoltà di apportare in qualsiasi momento modifiche al seguente regolamento al fine di preservare l’incolumità e la privacy di tutti partecipanti.

REGOLAMENTO

1. All’ingresso ogni partecipante deve presentare un documento d’identità valido e la tessera del locale in cui si svolge l’evento se prevista.

2. Il dress code è obbligatorio; la valutazione dello stesso da parte del personale all’ingresso non è sindacabile.

3. All’interno del locale tutte le attività sono controllate da personale riconoscibile tramite fascia ” ” sul braccio. I partecipanti possono richiedere loro assistenza, consigli o l’autorizzazione per pratiche specifiche dove richiesto. Per motivi di rispetto della sicurezza, della privacy e/o della legge, il personale ha facoltà di sequestrare oggettistica, interrompere le attività dei partecipanti, allontanarli dall’evento e/o dal locale.

4. L’organizzazione può bandire un partecipante da eventi futuri e/o annullare la tessera associativa.

5. Solo il personale autorizzato dal locale può far uso di materiale per foto/video riprese anche senza l’autorizzazione dei presenti poiché tale materiale non verrà mai divulgato su canali pubblici e/o privati se non dietro esplicita autorizzazione, tramite delibera firmata, dei soggetti ripresi. Ai partecipanti, quindi, non è concesso l’uso di fotocamere, apparati di registrazione o simili, per nessun motivo; è possibile lasciarli in custodia presso il guardaroba sempre custodito.

6. Non è permesso introdurre nel locale alcool, stupefacenti o sostanze illegali.
a. Il consumo di alcool acquistato all’interno del locale è ammesso con moderazione.
b. Il fumo è severamente vietato se non nelle apposite stanze (ove presenti).
La trasgressione di una di queste regole comporta l’immediato allontanamento dall’evento e dal locale.

7. La perdita della drink card che viene fornita all’ingresso comporta il pagamento di una somma pari a 50 euro.

8. Sono vietate tutte le attività illegali, compresa la prostituzione e l’istigazione alla prostituzione. Ricordiamo che la tutela della privacy non si estende all’omertà o alla complicità in un reato.

9. Tutti gli ambienti del locale, le attrezzature e i mobili (collettivamente detti “materiali”) devono essere utilizzati esclusivamente nei modi e per gli scopi preposti. In particolare ogni partecipante è tenuto a non danneggiare, rimuovere o occupare senza motivo i materiali messi a disposizione. I partecipanti devono avere anche cura di pulire i materiali usati dai propri residui biologici (sudore, sperma, sangue, altro).

10. In caso di dubbi, incidenti o per segnalare un malfunzionamento rivolgersi al personale identificabile tramite la fascia ” ” sul braccio.

11. Le pratiche che utilizzano cera calda possono essere eseguite solo nelle aree predisposte.

12. Le pratiche di scat, breath play e fire play sono esplicitamente vietate.

13. Per ragioni di sicurezza tutte le pratiche che fanno uso di apparecchiature elettroniche, con l’eccezione della “violet wand”, sono limitate al di sotto della cintura E in presenza di personale di sala (fascia ” ” sul braccio)

14. Nel rispetto della privacy, tra i partecipanti è fatto divieto di scambiarsi recapiti o di insistere per conoscere dettagli privati dei partecipanti. È pratica comune utilizzare un nome e un’identità privata durante l’evento; ogni partecipante è tenuto ad utilizzare esclusivamente i nomi con cui gli altri partecipanti si presentano, anche quando li conoscono già con uno diverso.
Non è per nulla raro che un partecipante abbia più identità in associazioni differenti. Il rispetto di queste norme di privacy è tutelato dall’organizzazione.

15. Non è consentito invadere o interrompere le attività degli altri partecipanti se non si è ricevuta esplicita e chiara autorizzazione preventiva. Per invasione degli spazi altrui si intende anche lo schiamazzo, richiamare l’attenzione di un partecipante o il non mantenere una distanza adeguata.
Le registrazioni video sono esplicitamente vietate.

16. REGOLE DI ETIQUETTE
a. – Non interrompere la scena
b. – Non toccare le persone senza chiaro ed esplicito consenso
c. – “Si” significa Si, tutto il resto è da considerasi “NO”
d. – Negoziare e ottenete il consenso esplicito prima di giocare.
e. – In caso di necessità, “SAFEWORD” è la safeword dell’evento. Chiunque si trovi nelle vicinanze di chi grida “SAFEWORD” è tenuto ad intervenire richiamando in tutti i modi l’attenzione del personale di sala (fascia ” ” sul braccio)

17. Piuttosto che stendere una lista verbosa di circostanze vietate, si invitano i partecipanti al massimo rispetto della privacy e della sicurezza degli altri partecipanti e per ogni dubbio, meglio prima chiedere consiglio al personale di sala (fascia ” ” sul braccio)

Partecipando all’evento dichiaro d’aver letto il precedente regolamento accettandone ogni parte e nello specifico i punto 1 – 2 – 3 – 4 – 5 – 6 –6.a –6.b – 7 – 8 – 9 – 10 – 11 – 12 – 13 – 14 – 15 –16 – 17/